Servizio Sanitario Regionale Azienda USL Umbria n.1

ESTATE IN SALUTE: mini guida per far fronte alle ondate di calore

Per far fronte alle temperature elevate che potrebbero causare disagi e problemi di salute alla popolazione, come ogni anno la rete sociosanitaria regionale ha previsto la comunicazione delle misure di prevenzione e l’attivazione di specifici interventi di assistenza.

I SOGGETTI MAGGIORMENTE A RISCHIO:
Sono coloro che possono non essere in grado di avvertire i cambiamenti di temperatura, si trovano in condizioni che limitano le capacità di adattamento al calore e hanno difficoltà a disperdere il calore e a bere e a mantenere lo stato di idratazione autonomamente:

  • gli anziani sopra 65 anni
  • i neonati e i bambini
  • le persone obese e con malattie croniche (in particolare quelle cardiovascolari)
  • le persone con malattie mentali e coloro che assumono particolari farmaci in grado di modificare la percezione del calore o la termoregolazione
  • le persone non autosufficienti e quelle che vivono in stato di solitudine.

 

TUTTI DEVONO FARE ATTENZIONE A…

  • Colpi di calore
  • Stress da calore
  • Crampi da calore
  • Scottature
  • Infiammazione e prurito da calore


MISURE DI PREVENZIONE PER RIDURRE GLI EFFETTI NEGATIVI DEL CALDO SULLA SALUTE:

  • Bere più liquidi, in particolare acqua.
  • Restare in casa o in zone ombreggiate e fresche o in ambienti condizionati nelle ore di maggiore insolazione (tra le 11 e le 15).
  • Ventilare l'abitazione o usare un condizionatore se è possibile.
  • Se non si ha un condizionatore in casa, nelle ore più calde fare docce extra oppure recarsi in luoghi vicini in cui vi sia l'aria condizionata (per es. centri commerciali, cinema, biblioteche).
  • Indossare abiti leggeri, possibilmente di colore chiaro e non aderenti, per permettere la circolazione dell'aria sul corpo.
  • Evitare fitness ed esercizi fisici non necessari all'aperto o in luoghi non condizionati ed evitare l'esposizione inutile al sole diretto.
  • Nel caso in cui si debbano svolgere attività all'aria aperta, limitarle alle ore mattutine e serali.
  • Preferire pasti leggeri e fare attenzione alla conservazione dei cibi.
  • Non sostare in automobili ferme al sole e non lasciare mai persone, specialmente bambini o anziani, e animali domestici in auto o altri veicoli chiusi.
  • Per conoscere i servizi a cui ci si può rivolgere in caso di necessità e per saper se e dove, nelle vicinanze dell'abitazione, vi sono appositi luoghi per il sollievo dal caldo, telefonare ai Distretti sanitari della propria ASL, agli uffici decentrati (ex Circoscrizioni) dei Comuni, alla Protezione Civile


LA RETE DI ASSISTENZA:
Al fine di dare sollievo alle persone che manifestano disagi  e che ne fanno richiesta, i distretti sociosanitari della USL Umbria 1  USL Umbria 2, in collaborazione con i Comuni, la Protezione Civile  e alcune Associazioni di volontariato, hanno individuato alcune aree di accoglienza o ambienti di emergenza che sono sedi dotate di impianto di condizionamento.
L'attivazione del trasferimento da e verso gli ambienti di emergenza viene normalmente garantita dal medico di famiglia, che compila l'apposita scheda di assistito ad alto rischio e la trasmette al Centro di salute. Quet'ultimo, in sinergia con i Comuni, avvia la procedura per il trasporto e la permanenza in ambienti climatizzati precedentemente individuati. I centri di salute dei distretti garantiscono una costante sorveglianza sui cittadini in assistenza domiciliare e ad alta intensità assistenziale.
ATTENZIONE!! Il quadro normativo sull’emergenza sanitaria COVID 19 non consente o potrebbe non consentire l'utilizzo di locali adibiti a centri culturali, sociali e ricreativi.

CONTATTI IN CASO DI MALORE:

  • In caso di malessere o malore il primo a dover essere contattato dovrà essere il Medico di famiglia oppure i medici delle AFT Territoriali o la Guardia medica notturna e festiva (medici di continuità assistenziale).
  • In presenza di una situazione che possa far temere un pericolo per la vita chiamare il 118.


SORVEGLIANZA METEOROLOGICA:
I cittadini sono invitati a consultare i bollettini giornalieri sulle criticità meteo per il giorno stesso e per i due giorni successivi

 

Ultimo aggiornamento: 22/07/2021